I have the pleasure of announcing that I have won a call to scientific qualification from the Italian Ministry of Education, Universities and Research (http://www.miur.gov.it/):

It means that I am eligible to participate in any call for associate professor at italian universities.

I am very pleased with this result, because it rewards my efforts during these years in which I have cultivated the passion for learning and education.

Advertisements
Posted in Book | Leave a comment

Abilitazione scientifica nazionale

La mia domanda al bando del MIUR per l’Abilitazione Scientifica Nazionale ha avuto esito positivo. In linea di principio, potrei quindi partecipare a concorsi per professore universitario di seconda fascia:

Per me è una bella soddisfazione, perché in questi anni ho coltivato la passione per la psicologia dell’apprendimento e dell’istruzione con le mie sole forze e non pochi sacrifici, e sono onorato dai giudizi degli eminenti professori che componevano la commissione.

Posted in Book | Leave a comment

Istruzione e scienze cognitive: quali punti più significativi e promettenti di collegamento?

Il 15 maggio 2017, nell’Aula Magna del Rettorato dell’Università di Firenze si è svolto il convegno:

  • Istruzione come scienza e capitalizzazione delle conoscenze. Quali indicazioni la ricerca può offrire ai decisori?

Il convegno è stato l’occasione per presentare, e discutere insieme ad un panel di illustri pedagogisti, il Manifesto della SApIE, Orizzonti della ricerca scientifica in educazione. Come raccordare ricerca e decisione didattica.

Di seguito le slide del mio intervento, dal titolo:

Landriscina_slides15_05_2017_small

Posted in Book | Leave a comment

Un Manifesto per migliorare la qualità dell’istruzione nella scuola italiana

Ho l’onore di avere contribuito alla redazione del Manifesto della SApiE, Società per l’Apprendimento e l’Istruzione informate da Evidenza, dal titolo:

Il Manifesto, in continua revisione e aperto a contributi e contro-argomentazioni, è indirizzato a ricercatori, decisori politici e insegnanti con l’obiettivo di sottoporre all’attenzione i cambiamenti in atto nell’ambito della ricerca educativa e la loro rilevanza rispetto alle decisioni politico-istituzionali e didattiche per la scuola. Per raggiungere questo scopo, auspica un ripensamento sulle metodologie di ricerca e sulle pratiche prevalenti, che superi mode e tendenze prive di fondamento per consentire finalmente anche nel nostro paese lo sviluppo di una vera Scienza dell’Istruzione e dell’Apprendimento.

Manifesto_SApIE_ver_14_05_2017_small

 

Posted in Book | Leave a comment

Book review on JASS

My book, Simulation and Learning, has been reviewed in the Journal of Artificial Societies and Social Simulation. The review is authored by Iris Lorscheid, from
Hamburg University of Technology.

You can read it here:

Landriscina Franco, Simulation and Learning

jasss-masthead

Posted in Book | Leave a comment

Forthcoming book chapter

Landriscina, F. (2016). Computer-Supported Imagination. The interplay between computer and mental simulation in understanding scientific concepts. In Ilya Levin and Dina Tsybulsky (Eds.), Digital Tools and Solutions for Inquiry-Based STEM Learning. IGI Global. [to be submitted]

Posted in Book | Leave a comment

Instructional Design e progettazione curricolare. Un binomio possibile per la scuola italiana

Sul numero 3/2015 della rivista online Form@re è disponibile il mio articolo:

Le origini e lo sviluppo storico dell’Instructional Design sono passate in rassegna alla luce delle possibili applicazioni di questa disciplina nel contesto della progettazione curricolare nella scuola italiana. Sono quindi presentate le idee di base e i principali concetti dell’Instructional Design con un enfasi sui metodi che possono contribuire a innalzare la qualità dell’insegnamento. I principi di due importanti innovazioni teoriche, la teoria del carico cognitivo e la teoria dell’apprendimento multimediale, sono considerati dal punto di vista della progettazione multimediale e del dibattito fra istruzione diretta e apprendimento per scoperta. Infine, sono formulate alcune ipotesi sulle cause della limitata diffusione delle teorie e dei metodi dell’Instructional Design nella scuola italiana, e sono avanzate delle possibili soluzioni.

Spero che l’articolo sia di interesse per chi lavora come ricercatore o come professionista nel campo dell’istruzione e della formazione. Se volete approfondire i contenuti dell’articolo potete contattarmi e sarò felice di fornirvi ulteriori indicazioni.

Posted in Book | Leave a comment